Selezione ORA e la Costellazione di Natale

Selezione ORA e la Costellazione di Natale

Nella storia dell’uomo…

Nel  IV secolo DC, i cristiani trasformarono una festa romano-pagana  del “sole invitto”,  in una festa cristiana di luce vera. Il Messia come  “Sole di giustizia“, “luce che risplende” per quelli che stanno nelle tenebre.
Da allora in questo periodo non  si fa altro che evocare la luce per illuminare il buio attraverso nuove vie, nuove strade, nuove rinascite.

Sempre facendo riferimento alla storia, in particolare nel secondo millennio, la figura del “bambino Gesù“, diventa centrale nel mondo giudaico cristiano e nella sua umanità e, nella sua umanità, ci porta a riflettere maggiormente sulle cose semplici.  Nella sua rappresentazione debole nel “venire al mondo come uomo ci offre una prospettiva di relazione affascinante, che ci si creda o meno: una nuova forma di luce nelle relazioni.

Nella scienza…

Una Costellazione viene definita come un “raggruppamento apparente di stelle sulla sfera celeste”, un insieme compatto di luci e bagliori a cui gli uomini attribuiscono un senso tutto loro, ognuno con i propri occhi, ognuno a modo suo. A volte può capitare che qualcuna di esse cambi colore o, magari, non sia più visibile alle pupille poco allenate di chi, laggiù in basso, non ha lo sguardo allenato a vederle: tutte quante, però, sanno di essere nate da una nube molecolare gigante, anche se hanno poi assunto forme e dimensioni diverse.
Anche se dalla Terra vengono percepite come qualcosa di unito, ogni stella è consapevole del fatto che brilla di luce propria, ma allo stesso tempo ha bisogno delle altre per farsi vedere.

La Costellazione di Selezione ORA

La “Costellazione” Selezione ORA, da sinistra:
Giorgio Marini, Enrico Carosio, Francesco Bergamaschi, Lidia Culpo, Federica Natalone, Stefano Gennari, Manuel Reitano, Stefano Brunelli, Gianluca Mazza, Anna Baracchi (Assenti: Remo Azzolini, Claudio Sbrolla e Daniela Cesari)

Per il team Selezione ORA la festa della luce nel Natale e la Costellazione sono un insieme eterogeneo di professionisti che provengono da esperienze, culture e realtà diverse, ma che insieme formano un team accomunato da un tessuto valoriale condiviso: la centralità della persona e la cura delle relazioni.

Con questa riflessione intendiamo augurarvi un Natale che possa illuminare ogni angolo a voi caro della vostra vita personale, professionale. Noi torneremo sempre più forti e determinati anche grazie alle novità del 2017 che hanno consolidato un po’ di cose.

Abbiamo, infatti, consolidato molte partnerships, nella concreta speranza di crearne sempre nuove. Oltre a questo, il 14 novembre è nata ufficialmente la “stella” Attivi Digitali srl, che entra a far parte della nostra Costellazione.

Nel 2018 ci saranno 4 eventi con testimonial d’eccezione in cui si parlerà di organizzazione, di gestione del lavoro, di soft skills, di counselling e molto altro ancora. Proseguiranno come sempre, inoltre, le attività di consulenza, selezione e formazione.

Un’ultima riflessione prima degli auguri…

“Il bisogno di pensare è uno dei bisogni primordiali dell’uomo, un’urgenza interiore, strettamente legata al sogno e al desiderio di una vita diversa e migliore. Dobbiamo fermarci  per pensare. Pensare con il cuore, senza barriere, senza preconcetti o tabù, una ricerca costante del Bene, un mezzo per trovare quell’equilibrio tanto atteso di chi vuole finalmente trovare un senso al suo essere al mondo….”
(tratto da”Il bisogno di pensare” di Vito Mancuso)

Buon Natale!