“Comunicare (bene) in rete” : Selezione ORA partecipa alla presentazione del libro di Luca Garosi

“Comunicare (bene) in rete” : Selezione ORA partecipa alla presentazione del libro di Luca Garosi

Il tema della comunicazione all’interno della rete sta acquisendo sempre più rilevanza nelle aziende. Un dato su tutti fa capire l’importanza del saper divulgare in maniera corretta e conforme all’immagine dell’azienda le informazioni e le iniziative di un’impresa: le Start-Up nel 2016 hanno investito circa il 35% del proprio budget in attività di marketing e comunicazione (Fonte: Startupitalia.eu).

Da sinistra: Gianni Cicogna, Serena Santagata, Adriana Velazquez, Luca Garosi, Stefano Gennari

Questo è un segnale che punta forte verso nuovi orizzonti: una parte importante dell’operato di una nuova azienda -ma anche di quelle di lungo corso- è farsi trovare da nuovi clienti con l’obiettivo di fidelizzare il target di riferimento, il tutto attraverso il racconto (ancor prima della promozione) delle proprie attività.

Per andare davvero a fondo su questi temi, Selezione ORA ha partecipato alla presentazione del libro “Comunicare (bene) in rete” (Web Book) di Luca Garosi. All’interno di quest’opera, una vera e propria guida sulla comunicazione digitale, si è posto l’accento su un tema centrale quando si parla di comunicazione all’interno della rete: il contenuto.

E’ proprio a partire da esso, infatti, che un’impresa può costruire la propria strategia, sfruttando la forza e le potenzialità della rete, ossia un insieme di persone in contatto attraverso le opzioni che il web offre: sito aziendale, motori di ricerca e social network.

L’evento, promosso dall’associazione AIDP Umbria (Associazione Italiana Direzione Personale) e svoltosi a Perugia nell’Associazione Giacomo Sintini presso Smartpeg, ha visto la partecipazione di ospiti d’eccezione: Gianni Cicogna, presidente di Smartpeg, e Serena Santagata, esperta in diritto del lavoro della Lusma di Roma, con Adriana Velazquez, presidente dell’AIDP Umbria, nelle vesti di moderatrice.

E’ stata un’occasione unica per conoscere e sedimentare nuove competenze che saranno sempre più richieste nel 2018, oltre che consolidare nuove partnership importanti. Verso un mondo fatto di persone sempre più connesse.